Campagna informativa iDENTIficami. Persone scomparse e cadaveri non identificati

3,458 Visite totali, 6 visite odierne

Le informazioni di natura dentale sono tra le più utilizzate per l'identificazione dei resti umani e 'corpi senza nome' per i quali non è più ipotizzabile un riconoscimento visivo. La comparazione di informazioni odontoiatriche rappresenta, infatti, uno dei metodi primari suggeriti dall'Interpol, anche impiegato nella Identificazione delle Vittime di Mass Disaster. La cartella clinica del dentista curante della persona scomparsa, così come ogni informazione di natura dentale, rappresenta una preziosa fonte di informazioni individualizzanti che bisognerebbe condiverere con gli operatori forensi e le forze di polizia al momento della denuncia della scomparsa, ma anche successivamente.
Dal 1974 al 31 dicembre 2018 le persone scomparse in Italia sono 229.687. Di queste ne sono state ritrovate 171.974 e 57.713 sono ancora da rintracciare. Il dato preoccupante è rappresentato dai cadaveri non identificati: 903 cadaveri a cui aggiungerne altri 1.730 connessi con il fenomeno migratorio. [Fonte Ministero dell'Interno]
Le famiglie e i parenti potrebbero conservare in casa molte fonti di informazioni individualizzanti della persona scomparsa, anche e soprattutto di natura dentale, che spesso rischiano di essere sottovalutate oppure ignorate. Da qui l'idea della nuova campagna di infomazione internazionale che si chiamerà IDENTIFYme IDENTIficami IDENTIficame IDENTIfier moi  IDENTIfifiziert mich التَعَرَّف على هوِيَّة الشّخص promossa da Emilio Nuzzolese, odontoiatra forense e docente di medicina legale presso l'università degli Studi di Torino.

Si tratta di una campagna di informazione finalizzata a sensibilizzare l'opinione pubblica e le autorità verso il fenomeno delle persone scomparse e sulla necessità di un più tempestivo processo di identificazione dei cadaveri non identificati. La campagna informativa sarà tradotta in numerose lingue (oltre l'italiano, sarà tradotta in croato, hindi, inglese, francesce, tedesco, spagnolo e arabo).

Da anni evidenzio l'importanza dell'autopsia orale per raccogliere informazioni dentali e pervenire ad una identificazione veloce ed efficace. Ugualmente importante, per la comparazione dei dati, la raccolta di informazioni dentali del soggetto scomparso. La campagna informativa iDENTIficami aiuterà le famiglie e i parenti a individuare altre possibili fonti di informazioni utili al riconoscimento personale, per integrarle all'iniziale denuncia di scomparsa. L'auspicio è una raccolta di foto raffiguranti il sorriso, di eventuali paradenti sportivi, di placche bite per il bruxismo, di vecchie radiografie e vecchi apparecchi ortodontici mobili o di contenzione, che l'odontoiatra forense saprà convertire in preziose fonti individualizzanti. E' quanto ha sottolineato l'odontoiatra forense E. Nuzzolese promotore dell'iniziativa. 

La campagna informativa ha il patrocinio del Laborartorio di Identificazione Personale dell'Università degli Studi di Torino e dell'associazione Forensic Odontology For Human Rights.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *