La responsabilità in medicina legale dei periti e consulenti tecnici odontoiatri

117 Visite totali, 3 visite odierne

La responsabilizzazione dottrinaria dei periti e dei consulenti tecnici rappresenta un traguardo indispensabile della valutazione in medicina legale e delle assicurazioni. Sotto il profilo odontoiatrico la separazione delle carriere – universitaria e professionale – del medico (laureato in medicina) e dell’odontoiatra (laureato in odontoiatria) non solo ha delineato il campo di applicazione della specializzazione odontoiatrica sotto il profilo clinico-terapeutico, ma anche sotto il profilo tecnico-forense (in altre parole l'odontoiatria può essere esercitata solo dai medici abilitati). A questo deve aggiungersi la sussistenza della odontologia forense, che rappresenta una disciplina autonoma della medicina legale nel più vasto scenario delle scienze forensi. Tanto da arrivare persino a delineare la figura dell’ODONTOLOGO FORENSE, distinta rispetto all’odontoiatra clinico ovvero generico.
Un solo dato: dal 1998 al 2008 il contenzioso odontoiatrico è cresciuto del 10%. Questo dato pur essendo significativo, andrebbe analizzato attraverso una sistemica metodologia di analisi. Ciò che preme sottolineare in questa sede è l’assenza di una cultura improntata al risk management , cioè all’analisi e gestione degli errori. In altre parole ci sono alcuni aspetti del rapporto medico-paziente che sfociano in numerose incomprensioni fino ad arrivare alla richiesta risarcitoria per presunto danno alla bocca.
A questo si aggiungono quegli operatori sanitari che decidono di intraprendere coinvolgimenti spontanei con i Tribunali – sia sotto il profilo civile che penale – nel ruolo di periti/CTU con inevitabili riscontri valutativi superficiali, incompleti e qualche volta persino contradditori.
Ecco la necessità di tutelare realmente il diritto alla salute del paziente verso quei casi di comprovato o presunto malpractise. Tutela che il medico garantisce attraverso l’esperienza e l’aggiornamento professionale. La valutazione medicolegale in odontoiatria richiede, infatti, un aggiornamento professionale al pari di qualunque altra branca medica. Nello specifico ODONTOLOGIA FORENSE & ODONTOIATRIA LEGALE E DELLE ASSICURAZIONI sono da considerarsi una specializzazione esclusiva del medico abilitato all’odontoiatria (i.e. l’odontoiatra). Questo non esclude lo scambio simmetrico, e per rispettive competenze, con il medico legale, che rappresenta lo specialista principale di qualsivoglia ambito medico-giuridico e forense.
Dovrà essere cura degli organi rappresentativi e associativi della professione medica e odontoiatrica definire in modo più chiaro i campi applicativi delle scienze odontoiatriche alla Giustizia e alle scienze forensi. Questo soprattutto in quei settori ultraspecialistici esclusivi dell’odontoiatra ‘specialista’ in odontologia forense (i.e. l’odontologo forense), come l’identificazione umana, la stima dell’età attraverso i denti e la valutazione tecnica dei morsi umani.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *